Sylvain-Charles Valée, né le 17 décembre 1773 à Brienne-le-Château (Aube) et mort le 15 août 1846 à Paris, est un officier français d'artillerie, actif de la Révolution française à la Monarchie de Juillet, anobli par Napoléon, gouverneur général d'Algérie de 1837 à 1840, élevé aux dignités de pair et de maréchal de France.↑ Léonce de Brotonne, Les Sénateurs du Consulat et de l'Empire, Slatkine,‎ 1974, 327 p. (lire en ligne), p. 225

PropertyValue
dbpedia-owl:abstract
  • Sylvain-Charles Valée, né le 17 décembre 1773 à Brienne-le-Château (Aube) et mort le 15 août 1846 à Paris, est un officier français d'artillerie, actif de la Révolution française à la Monarchie de Juillet, anobli par Napoléon, gouverneur général d'Algérie de 1837 à 1840, élevé aux dignités de pair et de maréchal de France.
  • Sylvain-Charles, comte Valée (* 17. Dezember 1773 in Brienne-le-Château; † 16. August 1846 in Paris) war ein französischer General, Marschall und Pair von Frankreich.
  • Вале, Сильвен Шарль граф Сильвен Шарль Вале (фр. Sylvain-Charles, comte Valée; 17 декабря 1773(17731217) — 16 августа 1846) — французский маршал, командир эпохи наполеоновских войн.
  • Sylvain Charles Valée (ur. 17 grudnia 1773 w Brienne-le-Chateau; zm. 16 sierpnia 1846 w Paryżu) francuski generał, marszałek Francji i par Francji.W 1792 Valée wstąpił do Armii Północnej, szybko awansował w 1795 na kapitana a w 1804 na podpułkownika. Wykazał się podczas bitwy pod Jeną, dzięki czemu w styczniu 1807 już jako pułkownik objął dowództwo 1. pułku artylerii.Zmarł 16 sierpnia 1846 w Paryżu.
  • Sylvain-Charles, comte Valée (17 December 1773 – 16 August 1846), born in Brienne-le-Château, was a Marshal of France.Upon the outbreak of the French Revolution, Valée enlisted in the French revolutionary army and was sent to serve in the Army of the Nord. Promoted to captain in 1795 and to lieutenant colonel in 1804, Valée distinguished himself in the Battle of Jena, after which he was promoted to colonel in 1807 and given command of the 1st Artillery Regiment. In 1809, Valée was made commander of the artillery of the III Corps in Spain, where he distinguished himself in the sieges of Lleida, Tarragona, Tortosa and Valencia. In 1811 Valée was promoted to général de division and in 1814 Napoléon created him a count.With the restoration of the House of Bourbon to the throne of France, Valée was made Inspector-General of the artillery. Although Napoléon upon his return from Elba made him commander of the artillery of the 5th military division, after the failure of the Waterloo campaign and the second restoration, Valée was retained by Louis XVIII as Inspector-General of the artillery. In this position he reorganized the French artillery, implementing the "Valée system".Put on the non active list in September 1830, Valée was made a Peer of France in 1835 and in 1837 when the need arose for an experience artillery general, Valée was reinstated on the active service list and sent to Algeria. He commanded the artillery in the expedition against Constantine, and after the death of the army's commander, general Charles-Marie Denys de Damrémont, Valée was made commander of the French expeditionary forces. The forces commanded by Valée stormed and captured the city on October 13, a feat which gained him the Marshal's baton. Valée founded Skikda, and built the largest Roman theatre in Algeria in in the town. It was built upon the ruins of ancient Roman and Phoenician history.Valée was then made governor-general and served in this capacity until 1840. During his time as governor-general, Valée was faced with the insurrection of Abd-el-Kader. Count Valéé died in 1846 in Paris.
  • Sylvain Charles Valée (Brienne-le-Château, 17 dicembre 1773 – Parigi, 16 agosto 1846) è stato un generale francese, maresciallo di Francia dal 1837.Rimasto orfano in tenera età, entrò all'età di otto anni all'École militaire de Brienne, grazie all'interessamento della famiglia Loménie de Bienne, dove rimase sino al 1792. Fece conoscenza col giovane Napoleone Bonaparte, di quattro anni maggiore, ma ciò non ebbe dapprima nessuna influenza sulla sua carriera. Aveva quasi terminato gli studi quando la soppressione della scuola gli fece abbandonare i luoghi dell'infanzia: entrò quindi alla scuola di applicazione di artiglieria di Châlons come allievo sottotenente; vi trovò fra i compagni Haxo, Marmont, Duroc, un fratello di Napoleone, Paul-Louis Courier, ecc. L'anno 1793 non era ancora terminato quando il giovane Valée, nominato tenente, si fece notare dai suoi superiori. Nelle campagne del 1793 e 1794 prese parte all'assedio e alla difesa di Quesnoy, Landrecies, Charleroi, Valenciennes, Condé e Maastricht. All'inizio del 1794 ricevette il grado di capitano e fu assegnato all'Armata del Reno, comandata da Moreau.Valée trascorse diversi anni nell'Armata del Reno, dove comandò l'artiglieria del generale Decaen. Fu nominato nel 1797 comandante della 2ª Compagnia del 3º Reggimento d'artiglieria a cavallo. Sconosciuto personalmente al generale Bonaparte divenuto nel frattempo Primo console, solo nel 1802 arrivò al grado di chef d'escadron. Incaricato della formazione dei campi d'artiglieria della riserva, fu nominato maggiore nel 1804, assegnato al parco generale d'artiglieria; partecipò quindi alla battaglia di Austerlitz come ispettore generale del treno d'artiglieria, sottocapo di Stato Maggiore del generale Songis, comandante in capo dell'artiglieria dell'esercito. colonnello il 12 gennaio 1807, si distinse alle battaglie di Eylau e di Friedland. Subito dopo l'Imperatore lo inviò in Spagna dove si mise agli ordini del maresciallo Lannes, che assediava Saragozza. Dopo la resa della città ebbe il comando dell'artiglieria del III Corpo d'armata, divenuto Armata d'Aragona. generale di brigata nel 1809 comandò l'artiglieria del generale Suchet agli assedi di Lérida, Tortosa, Mequinenza, Sagunto e Tarragona. Dopo la presa di Tarragona, che aveva resistito a cinque assalti, l'Imperatore lo nominò generale di divisione. Nel 1813 i francesi dovettero evacuare la penisola iberica, e malgrado gli sforzi degli anglo-spagnoli e delle popolazioni in rivolta riuscirono a conservare e riportare al di là dei Pirenei l'immenso quantitativo di materiali dislocati in Spagna. Napoleone, per testimoniargli la propria riconoscenza, lo creò conte dell'Impero, con decreto del 12 marzo 1814. Dopo il ritorno dall'Elba l'Imperatore lo incaricò dell'armamento di Parigi, che il generale Haxo doveva mettere in stato di difesa. Chiamato nel 1818 dal generale Gouvion-Saint-Cyr, ministro della guerra, a far parte di una commissione di difesa, fece adottare un sistema unico d'armamento per tutte le piazzeforti e l'immenso litorale dell'ovest e del sud.Nel 1822 il governo creò per lui il titolo e le funzioni di ispettore del servizio centrale d'artiglieria. Nel 1827 varò un'ampia riforma che abbracciava tutte le branche del servizio, e diede alla Francia un nuovo materiale d'artiglieria da campagna, d'assedio e da fortezza.Dal 1822 al 1830 Valée si dedicò all'esecuzione del vasto piano che aveva concepito per la difesa delle piazzeforti e delle coste.Il governo, per ricompensare i servizi del generale Valée, ristabilì per lui l'incarico e la dignità di primo ispettore generale, e il re Carlo X lo nominò pari ereditario del reame, con ordinanza del 27 gennaio 1830. Quando fu completata la spedizione di Algeria fu completata, una commissione formata dai più validi ufficiali, fra cui lo stesso Valée, fu incaricata di esaminare le difficoltà insorte e preparare il piano di campagna.Nella Rivoluzione di Luglio fu soppresso il ruolo di ispettore generale di artiglieria, e Valée si ritirò nel Loiret e si dedicò all'agricoltura; ma non tardò a ritornare in attività: consigliere di Stato nel 1834, membro della commissione incaricata delle questioni relative alla fabbricazione di polvere da sparo e al commercio del nitrato di potassio, fu infine richiamato a Parigi.Nel 1837, coi preparativi per la seconda spedizione di Costantina, il governo ottenne dal re che l'artiglieria ed il genio militare fossero messi agli ordini di Valée. Ma al momento di dare l'assalto a Costantina un proiettile colpì il generale in capo Damrémont; Valée ne prese il posto. Al termine della spedizione il re lo nominò governatore d'Algeria e, pochi giorni dopo, maresciallo di Francia.La provincia di Costantina in meno di due anni fu sottomessa, riorganizzata ed amministrata in tale maniera che se ne ricavava regolarmente un'imposta senza la minima resistenza e i viaggiatori potevano percorrerla senza scorta. Giudicando inevitabile e prossima la ripresa delle ostilità con Abd el-Kader, e sentendo la necessità di fortificare le posizioni francesi nelle provincie di Orano ed Algeri, Valée propose al governo di occupare le città di Koléah e Blida. L'emiro, a tale notizia, invocò il trattato di Tafna, ma il maresciallo non se ne curò, e nel maggio 1838 occupò senza incontrare ostacoli le due città, portò sulla Chiffa la frontiera dell'ovest. Impiegò l'autunno e l'inverno del 1838 ad organizzare la provincia di Bona. All'inizio del 1839, dimessosi il governo, il maresciallo Valée, che poco si sentiva considerato dai nuovi ministri, rese le sue dimissioni; ma il re il duca di Dalmazia lo convinsero a ritirarle. All'inizio dell'autunno dello stesso anno Valée diede esecuzione al progetto di occupare definitivamente l'altopiano del Sétif, e di ottenere la sottomissione delle tribù che gli emissari di Abd el-Kader cercavano di sollevare. Il 27 ottobre l'esercito francese attraversò il passaggio delle "Porte di ferro" in Cabilia: tale incursione su un territorio sotto l'amministrazione dell'emiro Abd el-Kader, che la considerò giustamente una violazione del trattato di Tafna, diede fuoco alle polveri. Pressato dalle tribù a rispondere all'affronto, Abd-el-Kader non aveva altra possibilità che riprendere le ostilità. Il vecchio Maresciallo voleva condurre contro l'Emiro una guerra metodica e paziente, distruggendone i principali insediamenti, portando le truppe e le autorità francesi nei centri militari e commerciali, su una linea parallela da Costantina a Tlemcen, riunire in ogni centro una guarnigione abbastanza forte per formare una colonna di marcia da tre a quattromila uomini. La 1ª Divisione doveva essere comandata dal duca d'Orléans; alla fine di febbraio il Maresciallo fece occupare Cherchell. Abd el-Kader aveva occupato la posizione inespugnabile del colle di Mouzaïa, che fortificò ulteriormente; ma il nuovo governo in carica prescrisse al generale di inviare nella provincia di Orano una parte delle truppe tenute di stanza ad Algeri. La campagna fu un successo; il 27 maggio il maresciallo riprese l'offensiva e quando rientrò ad Algeri il 5 luglio, aveva respinto l'Emiro al di là dell'Atlante, occupato Cesarea, Médéah, Milianah, e ricacciato nei propri territori le turbolente tribù che circondavano la Mitidja. Fondò allora tre nuovi insediamenti a Blidah, Cherchell e Coléah. Ma il trattato di Londra del 15 luglio aveva cambiato in Europa la posizione della Francia. In presenza delle incertezze che l'avvenire presentava, Valée dovette rinunciare ai progetti di espansione in Africa per occuparsi di conservare i possedimenti acquisiti. Fece redigere il progetto di una nuova cinta muraria per Algeri e una serie di fortificazioni staccate destinate a difenderne gli approcci. Incaricò una commissione di esaminare il sistema di dighe frangiflutti progettato dagli ingegneri marittimi, e indicò lui stesso i lavori da eseguire per la difesa della rada d'Algeri e la creazione di una batteria di difesa costiera. Nell'ipotesi di uno sbarco a Sidi-Ferruch e del blocco della capitale, il maresciallo volle fare di Médéah la capitale militare dell'Algeria. Ma un nuovo cambio del governo gli revocò l'incarico di governatore d'Algeria (18 gennaio 1841) e gli affidò la presidenza della commissione per l'armamento di Parigi.Morì a Parigi il 16 agosto 1846, all'età di 73 anni. I suoi resti furono deposti all'Hôtel des Invalides, e il re fece sistemare a Versailles una statua in suo onore.
dbpedia-owl:birthDate
  • 1773-12-17 (xsd:date)
dbpedia-owl:birthPlace
dbpedia-owl:deathDate
  • 1846-08-15 (xsd:date)
dbpedia-owl:deathPlace
dbpedia-owl:decoration
dbpedia-owl:homage
  • Nom gravé sous l'arc de triomphe de l'Étoile
dbpedia-owl:militaryRank
dbpedia-owl:occupation
dbpedia-owl:thumbnail
dbpedia-owl:wikiPageID
  • 687046 (xsd:integer)
dbpedia-owl:wikiPageLength
  • 21406 (xsd:integer)
dbpedia-owl:wikiPageOutDegree
  • 173 (xsd:integer)
dbpedia-owl:wikiPageRevisionID
  • 109376439 (xsd:integer)
dbpedia-owl:wikiPageWikiLink
prop-fr:après
prop-fr:avant
prop-fr:couleur
  • skyblue
prop-fr:dateDeDécès
  • 1846-08-15 (xsd:date)
prop-fr:dateDeNaissance
  • 1773-12-17 (xsd:date)
prop-fr:distinctions
prop-fr:grade
prop-fr:hommages
prop-fr:lieuDeDécès
prop-fr:lieuDeNaissance
prop-fr:nom
  • Sylvain Charles Valée
prop-fr:tailleImage
  • 250 (xsd:integer)
prop-fr:wikiPageUsesTemplate
dcterms:subject
rdf:type
rdfs:comment
  • Sylvain-Charles Valée, né le 17 décembre 1773 à Brienne-le-Château (Aube) et mort le 15 août 1846 à Paris, est un officier français d'artillerie, actif de la Révolution française à la Monarchie de Juillet, anobli par Napoléon, gouverneur général d'Algérie de 1837 à 1840, élevé aux dignités de pair et de maréchal de France.↑ Léonce de Brotonne, Les Sénateurs du Consulat et de l'Empire, Slatkine,‎ 1974, 327 p. (lire en ligne), p. 225
  • Sylvain-Charles, comte Valée (* 17. Dezember 1773 in Brienne-le-Château; † 16. August 1846 in Paris) war ein französischer General, Marschall und Pair von Frankreich.
  • Вале, Сильвен Шарль граф Сильвен Шарль Вале (фр. Sylvain-Charles, comte Valée; 17 декабря 1773(17731217) — 16 августа 1846) — французский маршал, командир эпохи наполеоновских войн.
  • Sylvain Charles Valée (ur. 17 grudnia 1773 w Brienne-le-Chateau; zm. 16 sierpnia 1846 w Paryżu) francuski generał, marszałek Francji i par Francji.W 1792 Valée wstąpił do Armii Północnej, szybko awansował w 1795 na kapitana a w 1804 na podpułkownika. Wykazał się podczas bitwy pod Jeną, dzięki czemu w styczniu 1807 już jako pułkownik objął dowództwo 1. pułku artylerii.Zmarł 16 sierpnia 1846 w Paryżu.
  • Sylvain Charles Valée (Brienne-le-Château, 17 dicembre 1773 – Parigi, 16 agosto 1846) è stato un generale francese, maresciallo di Francia dal 1837.Rimasto orfano in tenera età, entrò all'età di otto anni all'École militaire de Brienne, grazie all'interessamento della famiglia Loménie de Bienne, dove rimase sino al 1792. Fece conoscenza col giovane Napoleone Bonaparte, di quattro anni maggiore, ma ciò non ebbe dapprima nessuna influenza sulla sua carriera.
  • Sylvain-Charles, comte Valée (17 December 1773 – 16 August 1846), born in Brienne-le-Château, was a Marshal of France.Upon the outbreak of the French Revolution, Valée enlisted in the French revolutionary army and was sent to serve in the Army of the Nord. Promoted to captain in 1795 and to lieutenant colonel in 1804, Valée distinguished himself in the Battle of Jena, after which he was promoted to colonel in 1807 and given command of the 1st Artillery Regiment.
rdfs:label
  • Sylvain Charles Valée
  • Sylvain Charles Valée
  • Sylvain Charles Valée
  • Sylvain Charles Valée
  • Sylvain-Charles Valée
  • Вале, Сильвен Шарль
owl:sameAs
http://www.w3.org/ns/prov#wasDerivedFrom
foaf:depiction
foaf:isPrimaryTopicOf
foaf:name
  • Sylvain Charles Valée
is dbpedia-owl:wikiPageRedirects of
is dbpedia-owl:wikiPageWikiLink of
is foaf:primaryTopic of